Alberto La Rocca lascia gli incarichi per l’impegno in politica

Sora: Era nell’aria una sua possibile uscita di scena. Scendere dal palco che lo ha visto spesso protagonista nella diffusione della sicurezza in edilizia per tentare di salire su un palcoscenico ancora più impegnativo: quello della politica. Alberto La Rocca, imprenditore di Sora ha annunciato infatti le sue dimissioni dalla carica di Presidente del Cpt di Frosinone, ente leader nella lotta agli infortuni in edilizia, con effetto immediato. Tenterà l’avventura in politica, avendo raccolto positivamente le numerose istanze che lo vogliono alla guida di una coalizione che mira a farlo diventare sindaco di Sora, la sua città. Prendendo sul serio l’impegno, La Rocca ha deciso quindi di rinunciare alla massima carica del Cpt, dove era stato designato come Presidente da Ance-Frosinone nel 2005. Sotto la sua guida, il Comitato Paritetico Territoriale ha effettuato un’autentica rivoluzione. Ha infatti adottato un nuovo statuto, ha goduto dell’aumento della dotazione economica dalle parti sociali, incrementando quindi il bilancio e dotandosi di un collegio di revisori dei conti. Ha festeggiato i venti anni di attività, ha potenziato l’organico con risorse interne e con l’ausilio di consulenze esterne per i sopralluoghi in cantieri. Ha riorganizzato la logistica interna, ha fatto sì che il convegno organizzato nel mese di ottobre, in occasione delle manifestazioni per la sicurezza nei luoghi di lavoro, divenisse un appuntamento imperdibile per gli addetti ai lavori, trattando argomenti a tema che hanno avuto come relatori personaggi di grande spessore. Sono stati firmati protocolli di intesa con alcune delle più importanti stazioni appaltanti e, fiore all’occhiello di tutto il periodo di presidenza, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa con Inail, Inps, Ispettorato del lavoro e ASL per il progetto “Obiettivo Cantiere Sicuro” che ha visto la provincia di Frosinone tra le primissime in tutta Italia a dotarsi di questo strumento, un grande e valido aiuto per la piccola e media impresa. Il Cpt di Frosinone sotto la guida La Rocca è diventato membro trainante del coordinamento dei Cpt del Lazio, la cui Presidenza dal 2011 è prerogativa proprio dell’ente frusinate ed ha posto autorevolmente la candidatura (che salvo imprevisti dovrebbe avere un riscontro favorevole) ad ospitare i lavori della conferenza nazionale dei Cpt nel mese di giugno. Alberto La Rocca, che anche per il suo impegno è stato delegato dall’Ance-Frosinone a rappresentare l’associazione datoriale nel consesso nazionale che si occupa della sicurezza, lascia quindi una pesante eredità ma una macchina con tutti gli ingranaggi a posto, ben oleata e pronta a continuare la sua attività da protagonista nella sicurezza in edilizia. Il saluto del presidente la Rocca si può racchiudere in queste poche parole: “Sono stati anni di duro lavoro nei quali, grazie all’aiuto dei colleghi tutti, siamo riusciti a far guadagnare al Cpt di Frosinone la giusta autorevolezza nel settore edile. I risultati sono stati molto soddisfacenti. Sono certo che ANCE-Frosinone delegherà alla carica di Presidente una persona valida e pronta a portare avanti il mandato istituzionale dell’ente, mi auguro nel solco della continuità. Personalmente ringrazio tutti i consiglieri del Comitato di Gestione, lo staff dell’ente e i tanti collaboratori incontrati in questo lungo, bellissimo percorso nel quale crediamo di aver contribuito fattivamente a migliorare le condizioni di sicurezza dei cantieri nella nostra provincia”.
La Rocca si è dimesso anche dal Direttivo Ance Frosinone e dalla Giunta di Confindustria – Frosinone, e, pertanto, dagli altri incarichi di riferimento sia nel CPT Nazionale che nel Confidi, dove era stato nominato dai suddetti organismi.

Fonte:Telefree.it